Hard-Rock

Rock, Punk et Métal
 
AccueilPortailCalendrierFAQRechercherMembresGroupesS'enregistrerConnexion

Partagez | 
 

 Chaos Conspiracy: intrighi di “disciplinata” anarchia.

Voir le sujet précédent Voir le sujet suivant Aller en bas 
AuteurMessage
gaunpro
novice


Nombre de messages : 6
Favori : :
Date d'inscription : 18/06/2011

MessageSujet: Chaos Conspiracy: intrighi di “disciplinata” anarchia.   Mer 29 Juin - 17:06

Quando un gruppo “emergente” riesce a sfuggire alle imperanti catalogazioni, muovendosi con “disarmante” facilità e maestria tra i meandri dei generi e delle sfumature musicali e realizzando una mistura sonora in grado di manifestarsi visionaria, innovativa e rumorosa, ma anche equilibrata, coerente e persuasiva, direi che la "strada" intrapresa è sicuramente quella giusta. Se poi tale gratificante risultato è addirittura ottenuto senza l’ausilio di una voce, beh forse sarebbe più corretto parlare di una band davvero “promettente”, un esponente di valore di quelle forme artistiche che tentano faticosamente di contrastare la retorica (anche dei contenuti) e la stasi creativa del rock e che non dovrebbero in nessun modo rischiare di passare inosservate.
Aggiungete una significativa aliquota combinata d’impegno politico “antagonista”, d’ironia, di sarcasmo e di cinismo e otterrete i Chaos Conspiracy, autori dell’encomiabile “Indie rock makes me sick” e nostri interlocutori per questa necessaria “indagine conoscitiva” …
Ciao ragazzi, grazie per il tempo che ci dedicate, benvenuti sulle pagine “virtuali” di Metal.it e complimenti per il vostro ottimo “Indie rock makes me sick”. Direi, come di consueto, d’iniziare con una sintetica scheda di presentazione della band …
Il progetto prende vita nel 2004 e comprendeva anche la presenza di un vocalist. A fine 2005 esce "Out Of Place", licenziato dalla britannica Copro Records e dalla statunitense Liberation Records, al quale fanno seguito quasi cinquanta date in giro per la penisola. Nel 2008, per questioni strettamente artistiche e di visione generale del progetto, decidiamo definitivamente di abbandonare l'utilizzo della voce e di impostare il tutto in ottica interamente strumentale. "Indie Rock Makes Me Sick" è il risultato di questa scelta e la naturale evoluzione di una ricerca portata avanti con una classica impostazione in trio.
… seguita da una breve delucidazione su monicker e titolo del disco, entrambi piuttosto singolari …
Beh, per quanto riguarda il nome, la ricerca si è basata semplicemente su due parole che rendessero al meglio il nostro “spirito”. Termini così in antitesi tra loro ma che insieme creano un impatto destabilizzante. E non mi riferisco solo all'attitudine prettamente musicale, venendo tutti e tre da esperienze di militanza all'interno del Depistaggio di Benevento.
Il titolo del disco era semplicemente il più efficace tra quelli della tracklist, concepito allo stesso modo: ironia, sarcasmo, una buona dose di cinismo il tutto a diretto contatto con temi politici a noi cari. Ovviamente ci riferiamo a ciò che l'indie è diventato. Alla moda, alle major, alla spocchiosità. Per noi e per chi lo ama davvero, l'indie (o meglio, l'american indie) sono i Sonic Youth, i Minor Threat, i Fugazi, ecc., band che oltre a stravolgere musicalmente il panorama internazionale, hanno nel tempo mantenuto una credibilità molto forte nonostante la meritata visibilità.
Dopo l’album di debutto, avete deciso, dunque, di affidarvi ad un’espressione artistica esclusivamente strumentale … avete già accennato alle motivazioni di questa scelta … l’impressione maturata in sede di recensione che ci fosse qualcosa di più “profondo” del “mero” pragmatismo era quindi corretta?
In realtà si ... la decisione, come accennavamo prima, nasceva prima di tutto da obiettivi artistici non più condivisi da tutti, la situazione interna aveva assunto contorni piuttosto pesanti proprio come gestione del progetto, rischiando di mandare all’aria i sacrifici e le soddisfazioni che fino a quel momento avevamo raccolto. Le individualità che oggi animano il progetto Chaos, sono quelle che c’erano fin dall’inizio ed addirittura prima, considerando che avevamo condiviso altri progetti comuni, non solo musicali ma anche politici. Senza ombra di dubbio saremo gli stessi in futuro e nel momento in cui ciò non dovesse accadere, la band non esisterà più. Chaos Conspiracy non nasce tra i banchi di scuola, per fronteggiare la noia, né tantomeno è frutto di un’amicizia di lunga data tra i propri membri. Chaos Conspiracy è un progetto di rottura che ha un piano programmatico e degli obiettivi ben precisi e tutte le cose positive fino ad ora raccolte sono frutto di una precisa alchimia.
______________________
executive mba
Liver Detox Diet
Revenir en haut Aller en bas
Voir le profil de l'utilisateur
 
Chaos Conspiracy: intrighi di “disciplinata” anarchia.
Voir le sujet précédent Voir le sujet suivant Revenir en haut 
Page 1 sur 1
 Sujets similaires
-
» "Lords Of Chaos" EN FILM !!!!
» HEATHEN The evolution of chaos (2010)
» Critique : "Les Seigneurs Du Chaos"
» Vente 5e : Order From Chaos/Winter/Sunn/Slaughter Lord......
» Tracker Torrent DT chaos Tour

Permission de ce forum:Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Hard-Rock :: Rock, hard et métal :: Lives Reports-
Sauter vers: